L’ANALISI DEI PIGMENTI FA RISALIRE UN DIPINTO?

L’ANALISI DEI PIGMENTI FA RISALIRE UN DIPINTO?

È POSSIBILE PROVARE CHE UN DIPINTO È AUTENTICO CON UN’ANALISI DEI PIGMENTI?

No.

UN’ANALISI DEL PIGMENTO FA RISALIRE UN DIPINTO? DETERMINA QUANDO È STATO DIPINTO?

No.

QUAL È LO SCOPO DI UN’ANALISI DEI PIGMENTI?

Un’analisi del pigmento determina quale tipo di pigmenti sono stati utilizzati. In tempi diversi i pittori hanno usato pigmenti diversi e abbiamo tabelle cronologiche che mostrano quando i diversi pigmenti sono entrati in uso per la prima volta, e per alcuni di essi, quando hanno smesso di essere utilizzati.

QUINDI VUOL DIRE CHE UN’ANALISI DEL PIGMENTO DATERÀ IL DIPINTO?

No.

PERCHÈ NO?

Perché i pigmenti avrebbero potuto essere usati molto più tardi. Ad esempio, oggi puoi acquistare un’intera scatola di vernice intorno al 1900 e quindi puoi dipingere oggi usando gli stessi pigmenti che Claude Monet usava nel 1900.

Un’analisi dei pigmenti NON è datata quando i pigmenti sono stati prodotti o quando sono stati utilizzati. Ti dice solo quando questo tipo di pigmento è diventato disponibile per la prima volta.

Ecco un esempio Immagina che un’analisi del pigmento identifichi il blu di Prussia in un dipinto. Cosa significa? Significa che è stato dipinto dopo il 1708 perché questo particolare pigmento è stato prodotto per la prima volta intorno al 1706 e non è stato reso disponibile fino al 1708.

Ciò che NON significa che è stato dipinto nel 1708. Potrebbe essere stato dipinto in qualsiasi momento tra il 1708 e oggi.

Ciò che l’analisi del pigmento ti dice è che non è stato dipinto prima del 1708.

Fondamentalmente, un’analisi del pigmento fornisce date di taglio e ti dice prima di quale data un dipinto NON POTREBBE essere stato dipinto.

Forniamo analisi dei pigmenti dal prelievo di campioni di vernice al rapporto finale. Se desideri un’analisi dei pigmenti puoi contattarci

Torna a

Aggiornamento dei Nostri Servizi – Marzo 2020