Site icon Perizie Legali d'Arte

Civiltà indo europea Scultura Harappa prima metà del II millennio a.C

Civiltà indo europea Scultura Harappa prima metà del II millennio a.C percorso di studio e diagnostica

Dea madre dai lunghi orecchini

Civiltà indo europea Scultura Harappa prima metà del II millennio a.C , raffigurante volto femminile
Denominata “La dea madre dai lunghi orecchini”.

Misure H. 10,5 cm x larghezza 9,00 cm x profondità 7,00 cm

La scultura è stata oggetto di indagini diagnostiche presso laboratori universitari ed è provvista di certificazione atta alla Libera Circolazione su territorio europeo. Il percorso di studio concluso il 14 aprile 2022.

Collocazione della Città di Harappa. Disegno di L.Jori

 Storia

Harappa è una città del Punjab pakistano nei cui pressi è stata scoperta una delle maggiori Città Fortificate della Civiltà della Valle dell’Indo e della “Cultura del Cimitero H”.

Il Centro fiorì tra il 3300 e il 1600 a.C. e i suoi agricoltori e cacciatori, addomesticarono il Bufalo e lo Zebù e coltivarono Frumento e Orzo. Una Cittadella sopraelevata, dominava la zona delle piccole abitazioni disposte ortogonalmemte. Grandi edifici circolari erano, probabilmente, adibiti allo stanziamento dei Cereali.

Tra il 2600 e il 1900 a.C. fu elaborato ad Harappa, uno dei più antichi metodi di scrittura di tutto il Sub Continente Indiano, di tipo sillabico analogo al quello Sumerico,c he comprendeva circa 400 segni.

Nello stesso periodo si intensificarono i Commerci con la Mesopotamia, la Penisola Arabica e le Pianure della Battriana.

Harappa era una “Megalopoli” di 40.000 abitanti con due Necropoli, una appartenente alla Civiltà della Valle dell’Indo e l’altra, più recente, alla così detta Cultura del Cimitero H, che si distingue dalla prima, per la tipologia della Ceramica in Gres, la lavorazione delle Conchigli e per le Perle in Agata, Lapislazuli e la tipologia degli ornamenti.

La Città di harappa FU scoperta da Richard Meadow, nel 1872, ma scavi sistematici furono effettuati solo negli anni Venti e Trenta. I reperti fittili di Harappa sono numerosi, ma spicca la Ceramica finemente lavorata e decorata, le Figurine Fittili, i Sigilli in steatite e glimoggetti della vita quotidiana.

Civiltà della valle dell’Indo

La civiltà della valle dell’Indo fu una civiltà antica, estesa geograficamente nel bacino del fiume Indo, oggi principalmente in Pakistan, ma anche lungo il Sarasvati, un fiume dell’India ormai prosciugato.

Nel mondo anglosassone viene citata come “civiltà dell’Indo-Sarasvati”, in riferimento alla civiltà descritta nei Veda e che si sarebbe sviluppata lungo i due fiumi. È anche conosciuta come civiltà vallinda o “civiltà di Harappa”, dal primo sito conosciuto, scoperto nel 1857, ma scavato soltanto dagli anni venti del Novecento, quando Rai Bahadur Daya Ram Sahni e Rakhal Das Banerji, su impulso di John Hubert Marshall dell’Archaeology Survey of India, scoprirono le rovine di Harappā e Mohenjo-daro.

MUSEO GUIMET

MUSEO NAZIONALE DI ARTE ORIENTALE

96 PEZZI ARCHEOLOGICI DEL IV-II MILLENNIO A.C. TORNANO IN PAKISTAN

VALUTAZIONE GRATUITA QUADRI ONLINE

Exit mobile version